Blog

Respect Nature

Il genere umano, per vivere, ha bisogno di sempre più spazio. Per questo motivo si stanno allestendo zone di tranquillità appositamente pensate per la fauna selvatica. Qui scoprirai perché sono importanti e quali sono le zone dove puoi comunque divertirti nella neve alta.

Sempre più in alto, sempre più in largo, sempre più veloci. Noi essere umani, per vivere, abbiamo bisogno di sempre più spazio. Spazio che originariamente era occupato da animali selvatici quali stambecchi, camosci e lepri alpine. Siamo noi quindi a doverci impegnare affinché questi animali continuino ad avere le loro zone di tranquillità.

wildruhezonen

Dove vedi questi cartelli verdi, vuol dire che lì sono state allestite zone specifiche per gli animali selvatici, zone in cui non dobbiamo entrare per i seguenti motivi: sono aree designate in cui gli animali selvatici possono trovare un proprio rifugio e del cibo e in cui possono riposare e nutrire i propri cuccioli. Se andiamo a disturbarli lì, mettiamo in pericolo la loro vita e dunque la loro esistenza.

 

Infastidirli nella stagione invernale è quanto mai brutale per gli animali: non sono infatti in pochi a perdere la vita perché esausti delle lunghe fughe che si ritrovano a percorrere sulla neve per questo motivo. In inverno gli animali hanno anche meno energia e forza, poiché il loro corpo si trova in “stato di quiete” o addirittura in letargo.

 

Su questa cartina sono indicate le aree in cui, per esempio, si può sciare e quelle in cui invece gli animali selvatici sono protetti e non bisogna disturbarli.

wildschutz_karte

 

Claudio Spadin, guardiaparco dei Grigioni, ci spiega l’utilità di queste zone.

GORILLA é un programma della

Schtifti

Partner

SV Stiftung